Verona, turismo e bellezza


facebook

Verona si conferma in continua crescita nel turismo.

Ma quale tipo di turismo sta arrivando a Verona?

Purtroppo i dati ci dicono che il numero di turisti che crescono su Verona hanno un impatto economico sul territorio che proporzionalmente diminuisce.

È il fenomeno del turismo mordi e fuggi che poco lascia in termini economici e molto impatta sul territorio sia in termini ambientali che di qualità della vita per i residenti.

Come uscire da questa spirale se non alzando il livello della tipologia del turista, la sua permanenza media su Verona, la sua dinamicità e capacità di spesa, agendo in fondo sulle ragioni motivazionali di scelta della nostra città e provincia.

Su questo tema si stanno interrogando tante amministrazioni italiane: Venezia e Firenze in primis.

Le esperienze internazionali più positive ci raccontano di un’inversione di tendenza laddove l’offerta è sempre più personalizzata e meno standardizzata.

Cresce il turismo della “brand-experience”: un’esperienza che a Verona potrebbe avere un alto impatto emotivo sia in termini di esperienze culturali che enogastronomiche.

Verona però, se vuole raggiungere mete ambiziose in termini di posizionamento turistico, deve puntare sulla qualità dei propri servizi.

Occorre rimettere in connessione tutte le filiere, le esperienze e le opportunità del nostro territorio, puntare su proposte e servizi innovativi ad alto valore aggiunto, armonizzare una proposta all’altezza delle aspettative di un mercato sempre più internazionale con offerte di qualità radicate sull’identità del nostro territorio.

Se non vogliamo rassegnarci a subire l’impatto turistico mordi e fuggi, che rimane comunque positivo sull’economia della nostra Verona, serve una riflessione profonda sulla natura e sull’offerta della nostra proposta partendo da un piano di marketing strategico che possa iniziare a fissare quattro obiettivi:

•       Mappare tutta l’offerta veronese in termini di location, prodotti, servizi, proposte

•       Accrescere la competitività del sistema turistico cittadino in termini di innovazione e specializzazione dell’offerta

•       Sviluppare un marketing mirato e innovativo del brand Verona a livello internazionale

•       Individuare una governance di coordinamento e di sviluppo dell’attività con la presenza del pubblico e del privato

Nei prossimi anni il turismo internazionale crescerà molto, basti pensare che nel solo 2017 sono stati 129 milioni i turisti cinesi che hanno viaggiato nel mondo per ragioni turistiche e oggi si stima che tra 5 anni raggiungeranno i 500 milioni.

Verona non si faccia trovare impreparata.

Gianni Dal Moro

panorama di verona x socio senza foto