Verona città metropolitana


facebook

Grazie alla lungimiranza dell’On Dal Moro, Verona può diventare città metropolitana.
VERONA CITTÀ METROPOLITANA

Oggi otteniamo un grande risultato dopo alcuni anni di insistenza e di dibattiti alla Camera dei Deputati. E’ stato oggi approvato un sub emendamento sul provvedimento di legge circa le Città Metropolitane a firma Bragantini, Dal Moro, Zardini che dà la possibilità, qualora due provincie confinanti complessivamente raggiungano la popolazione di almeno 1 milione e 500 mila abitanti e i due comuni capoluogo e altri comuni rappresentino complessivamente almeno 350.000 abitanti per provincia, possano ottenere il riconoscimento di città metropolitana purché nella proposta degli enti territoriali venga individuato il comune capoluogo della città metropolitana.

Un lavoro di squadra, dopo la prima proposta del 2009 da parte dell’On. Dal Moro arriviamo a un punto fermo che dà la possibilità alle provincie e città di Verona, Vicenza e Rovigo di dare l’avvio alla costituzione della città metropolitana con il superamento delle provincie e di agganciarci alle prime città metropolitane a suo tempo già individuate.

E’ un risultato importante, un obiettivo perseguito e sostenuto in questi ultimi anni da tutte le forze economiche e sociali della nostra comunità che il Partito Democratico veronese ha sostenuto da tempo, prefigurando due grandi aree metropolitane venete, la prima Padova-Venezia-Treviso con baricentro Venezia e la seconda Vicenza-Verona-Rovigo con baricentro Verona.

Questa proposta fino a qualche anno fa sembrava a molti una battaglia impossibile, un disegno futuristico.
La realtà di oggi ci riempie di soddisfazione.
Ora presidieremo l’ultimo passaggio al Senato e poi il provvedimento sarà legge.

Poi spetterà ai territori fare le scelte e assumere le decisioni definitive.

Mi auguro ora che quanto siamo riusciti ottenere apra una seria riflessione sul futuro e sul posizionamento della nostra città. Non più succubi di altri territori, ma con una nostra forte autonomia e vocazione che guarda all’Europa e alla dorsale del Brennero abbandonando illusioni e debolezze di assi veneti.

La possibilità di potere ottenere il riconoscimento di città metropolitana aprirà uno scenario di opportunità e finanziamenti europei che diversamente avremmo perso.
Un’occasione di rilancio futuro per il nostro sistema economico veronese a vantaggio delle imprese e dei lavoratori.

Come Partito Democratico abbiamo dimostrato che con un’idea forte e con un lavoro di squadra si possono ottenere risultati importanti rilanciando la nostra città e provincia nella dimensione europea e internazionale.

On.le Gianni Dal Moro
On.le Diego Zardini