Calcolo ristori su base semestrale


facebook

CALCOLO RISTORI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE SU BASE SEMESTRALE

A.C. 2790-bis/A
Ordine del giorno 209

La Camera,

premesso che:
il presente provvedimento reca alcune misure importanti per il sostegno finanziario delle imprese coinvolte dalla crisi economica legata all’emergenza epidemiologica “Covid 19″;
con l’articolo 25 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 (cd. «Decreto rilancio»), nell’ambito del Titolo II dedicato al «Sostegno all’impresa e all’economia», è stato introdotto un contributo a fondo perduto, erogato direttamente dall’Agenzia delle entrate e destinato ai soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo e di reddito agrario, titolari di partita IVA colpiti dalla citata emergenza;
per il riconoscimento del contributo il citato articolo 25 specifica determinate condizioni che devono sussistere. In particolare è necessario, i) sia che nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto (1 gennaio 2019 – 31 dicembre 2019 per i soggetti il cui periodo d’imposta coincide con l’anno solare), l’ammontare dei ricavi derivanti dalla gestione caratteristica, di cui all’articolo 85, comma 1, lettere a) e b), del TUIR, o i compensi derivanti dall’esercizio di arti o professioni, di cui all’articolo 54, comma 1, del medesimo TUIR, non siano superiori a 5 milioni di euro, ii) sia che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Il comma 4 del menzionato articolo 25, tra l’altro, prevede che «Il predetto contributo spetta anche in assenza dei requisiti di cui al presente comma ai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019;
rispetto all’attuale formulazione normativa che utilizza quale parametro temporale di riferimento il solo mese di aprile, appare utile prendere come riferimento un intero semestre al fine di rappresentare l’andamento degli ordinativi dei diversi settori dell’economia italiana infatti, molte imprese italiane sono caratterizzate da fatturati stagionali che possono non necessariamente coincidere il riferimento al calo di fatturato registrato nel mese di aprile (si veda a titolo esemplificativo il settore della moda che fattura il mese di marzo la collezione primavera-estate),
impegna il Governo,
al fine di ristorare la totalità delle imprese operanti nei diversi settori dell’economia, coinvolte dalla crisi economica legata all’emergenza epidemiologica “Covid 19″, ad estendere, con impellenza, nel prossimo provvedimento utile, i parametri temporali di riferimento previsti dall’articolo 25 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020 n. 77 per l’accesso al contributo a fondo perduto considerando come termine di raffronto, alternativo al riferimento del mese di aprile 2020 rispetto aprile 2019, l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del semestre dal 1° marzo al 31 agosto 2020 rispetto il corrispondente semestre 2019 e concedendo ai soggetti che hanno già presentato l’istanza ai sensi della normativa vigente la possibilità di presentare una nuova istanza per ricevere direttamente sul conto corrente l’eventuale integrazione a seguito dei nuovi parametri comunicati.

DAL MORO