Interrogazione per Alitalia al Catullo


facebook

 

Hangar_aeroporto_di_Villafranca

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE AL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
PER CONOSCERE
PREMESSO CHE:

 

-       Nell’ambito della complessa e articolata trattativa tra Alitalia ed Ethiad, circa il futuro della compagnia aerea italiana va prestata la dovuta attenzione anche ad alcuni particolari che riguardano le prospettive di alcune basi Alitalia e del personale in esse in servizio;

-       Sarebbe infatti prevista la chiusura delle basi Alitalia presenti in Veneto, cioè Venezia e Verona e trasferimento del personale di volo presso gli hub di Roma e Milano, gli unici a restare operativi;

-       Si tratta di un centinaio di addetti di cui 60 a Venezia e 40 a Verona che comunque continueranno a lavorare per Alitalia con tutta una serie di paradossi quali ad esempio quello di recarsi a Roma o a Milano e poi far ritorno a Venezia per svolgere servizio;

-       oltre al drammatico epilogo spesso si tratta di personale che avendo scelto queste basi ha programmato qui la propria vita e quella delle proprie famiglie trasferendosi;

-       inoltre in una ottica di ottimizzazione delle risorse e di risparmi appare singolare la decisione di chiudere le basi continuando comunque ad operare presso gli stessi scali aeroportuali accollandosi costi di trasporto e pernottamenti in albergo degli equipaggi;

-       Venezia e Verona rimangono due aeroporti strategici per il territorio e appare davvero incomprensibile la ratio di tale decisione;

-       Nell’ambito delle trattative è evidente che tale questione debba essere affrontata per evitare diseconomie che finirebbero per penalizzare lavoratori e servizi.

 

 

Si chiede pertanto di conoscere se e quali iniziative il governo intenda intraprendere per affrontare il merito della questione posta in premessa e scongiurare la chiusura delle basi continuando ad assicurare la oro operatività al servizio degli equipaggi di stanza presso gli scali di Venezia e Verona considerata la loro rilevanza strategica.

 

MOGNATO Michele, MARTELLA Andrea, ZOGGIA Davide, MURER Delia, ZARDINI Diego,

NACCARATO  Alessandro, DAL M0RO Gian Pietro, MORETTO Sara, D’ARIENZO Vincenzo,

ROTTA Alessia, TULLO Mario.

Roma, 10.09.14